Grandi pianisti: Vladimir Ashkenazy

Vladimir Ashkenazy è un rinomato pianista e direttore d’orchestra russo, nato il 6 luglio 1937 a Gorky (ora Nizhny Novgorod), nell’Unione Sovietica. Considerato uno dei musicisti più versatili e talentuosi del suo tempo, ha ottenuto fama internazionale sia come interprete di pianoforte che come direttore.

La sua carriera musicale è iniziata a giovane età, quando ha mostrato un talento straordinario per il pianoforte. Ha studiato al Conservatorio di Mosca sotto la guida di Anaida Sumbatyan e ha vinto il prestigioso Concorso Internazionale Čajkovskij nel 1962. Questa vittoria ha segnato l’inizio di una carriera brillante.

Vladimir Ashkenazy ha sviluppato una vasta discografia, abbracciando un repertorio che spazia da Beethoven a Rachmaninov, da Chopin a Prokof’ev. La sua interpretazione delle opere di Rachmaninov è particolarmente celebrata, riflettendo una profonda comprensione emotiva della musica del compositore russo.

Oltre alla sua carriera di pianista, Ashkenazy ha eccelso anche come direttore d’orchestra. Ha collaborato con molte delle principali orchestre del mondo, tra cui la Philharmonia Orchestra e la Royal Philharmonic Orchestra. Nel corso degli anni, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui Grammy Awards per le sue registrazioni.

La sua dedizione alla musica non si è limitata alla performance, ma si è estesa anche all’insegnamento e alla direzione. Ha guidato l’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese e la NHK Symphony Orchestra in Giappone.

Vladimir Ashkenazy ha ottenuto la cittadinanza islandese nel 1972 e, nel 1978, ha ottenuto la cittadinanza svizzera. La sua influenza nel mondo della musica classica è stata significativa, e la sua straordinaria versatilità artistica ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della musica.

 Studio Op. 10 nr. 1 in do maggiore di Fryderyk Chopin


 Concerto per pianoforte e orchestra nr. 3 di Bela Bartok


 Sonata nr. 6 op. 62 di Aleksandr Skrjabin


Concerto per pianoforte e orchestra nr. 3 op. 37 in do minore di L. van Beethoven


Concerto per pianoforte e orchestra nr. 12 K 414 in la maggiore di W. A. Mozart


Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in sol minore op. 16 di S. Prokofiev


Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re minore, op. 30 di S. Rachmaninov



Vieni a conoscere i più bei brani di musica classica di tutti i tempi


 Vieni a leggere la rubrica della Prof.ssa Tina Volpe dedicata al grande pianismo


Don’t go away – Tina Volpe


Vieni a scoprire il magico mondo musicale di Lorenzo Pescini!


Pescini.com – Tutti i diritti riservati – ART108