I 7 quadri più costosi di sempre

Quadri più costosi. Ecco i 7 dipinti più cari di tutti i tempi. Le opere d’arte battute all’asta per valori record, prezzi altissimi. I quadri di maggior valore di di sempre. I quadri che sono diventati fenomeni mediatici per prezzi incredibili a cui sono stati acquistati. (Aggiornato 2021)


I 7 QUADRI PIU’ COSTOSI DI SEMPRE

7) Pablo Picasso, Les Femmes d’Alger – version O, 1955
(161.000.000 Euro – 2015)

quadri più costosi: picasso

E’ un’opera iconica di Pablo Picasso creata nel 1955. Questo dipinto fa parte della serie ispirata all’arte orientale e all’harem. Picasso rielabora l’opera di Delacroix, “Le donne di Algeri nel loro harem”, in chiave cubista e astratta. L’opera è un tripudio di colori vibranti, forme geometriche e linee intricate. Rappresenta donne immaginarie in uno spazio suggestivo, con elementi come arpe e strumenti musicali che alludono a un ambiente esotico. L’uso audace del colore e la complessità formale mostrano la genialità di Picasso nel reinterpretare e reinventare temi classici attraverso la sua prospettiva innovativa.

Scopri di più su questo quadro!


6) Mark Rothko, No. 6 (Violet, Green and Red), 1951
(165.000.000 Euro – 2014)

quadri più costosi: Rothko

Realizzato nel 1951, rappresenta un’iconica opera dell’arte astratta espressionista. Rothko, noto per la sua pratica dell’astrazione emotiva, crea una composizione di campi di colore distinti. La tela è divisa in tre sezioni orizzontali, ciascuna caratterizzata da una tavolozza di colori vibranti: violetto, verde e rosso. L’opera incarna l’intento di Rothko di evocare emozioni profonde e contemplative negli spettatori attraverso l’uso del colore e della forma. La combinazione di toni intensi e la loro disposizione deliberata invitano a una riflessione viscerale sull’esperienza umana e sulla connessione emotiva con l’arte.

 Scopri di più su questo quadro!


5) Numero 17A Jackson Pollock, Numero 17A, 1948
(169.000.000 Euro – 2015)

Realizzato nel 1948, rappresenta un’opera chiave nell’arte astratta dell’espressionismo astratto. Pollock, noto per il suo stile di “drip painting”, applica la pittura su tela tramite l’azione fisica e gestuale. In “Number 17A”, linee e gocce di colore si intrecciano in un caos controllato, creando una composizione dinamica e energetica. Questa opera incarna la libertà creativa di Pollock, il suo rifiuto delle forme tradizionali e la sua sperimentazione con il processo pittorico. “Number 17A” esprime l’essenza dell’arte gestuale e la visione innovativa di Pollock nel ridefinire il concetto stesso di pittura.

Scopri di più su questo quadro!


4) Paul Cézanne, I giocatori di carte, 1890
(228.000.000 Euro – 2011)

quadri più costosi: cezanne

Dipinto nel 1890, è un capolavoro post-impressionista che riflette la profonda analisi di Cézanne sulla forma e la struttura. L’opera raffigura uomini assorti in una partita di carte, con una complessità di pennellate e colori che anticipa lo stile cubista. Cézanne esplora la geometria e la simultaneità visiva, disgregando lo spazio tradizionale e ricomponendo la scena in piani geometrici. Il dipinto evidenzia la transizione tra il naturalismo e l’astrazione, anticipando gli sviluppi artistici del XX secolo. “I giocatori di carte” rappresenta l’evoluzione stilistica di Cézanne e il suo contributo pionieristico all’arte moderna.

Scopri di più su questo quadro!


Il podio dei quadri più cari al mondo

3) Paul Gauguin, Nafea faa ipoipo, 1892
(251.000.000 Euro – 2015)

quadri più costosi: Gauguin

(Quando ti sposerai?) del pittore francese Paul Gauguin, del 1892, è un capolavoro dell’arte post-impressionista. Raffigura due donne tahitiane in un ambiente lussureggiante, esplorando la sua ricerca di un paradiso terrestre e una vita più autentica lontano dalla civilizzazione europea. Il dipinto è ricco di simbolismi culturali e riflette la fusione di elementi tradizionali e personali di Gauguin. I colori vibranti, le forme stilizzate e la composizione evocativa trasmettono un senso di mistero e spiritualità. “Nafea faa ipoipo” incarna il desiderio di Gauguin di fuggire dalla modernità occidentale e di immergersi in un mondo più primitivo e puro.

Scopri di più su questo quadro!


2) Willem de Kooing, Interchance, 1955
(254.000.000 Euro – 2015)

Interchange, noto anche come Interchanged, è un dipinto ad olio espressionista astratto su tela del pittore olandese-americano Willem de Kooning (1904-1997). Come Jackson Pollock, de Kooning è stato uno dei primi artisti del movimento dell’espressionismo astratto, il primo movimento artistico moderno americano. Il dipinto misura 200,7 per 175,3 centimetri (79,0 per 69,0 pollici) ed è stato completato nel 1955. Ha segnato il passaggio dei soggetti dei dipinti di de Kooning dalle donne ai paesaggi urbani astratti. Riflette una transizione nella tecnica pittorica di de Kooning dovuta all’influenza dell’artista Franz Kline, che ispirò de Kooning a dipingere con segni gestuali realizzati rapidamente in contrapposizione a pennellate violente. Il dipinto presenta una massa carnosa rosa al centro, che rappresenta una donna seduta.

Scopri di più su questo quadro!


1) Leonardo da Vinci, Salvator Mundi, 1499
(382.000.000 Euro – 2017)

quadri più costosi: Leonardo

Realizzato nel 1499, è un’icona della pittura rinascimentale. Raffigura Gesù Cristo in vesti celestiali, con una mano sollevata in benedizione e l’altra che tiene una sfera di cristallo, simbolo di dominio spirituale sul mondo. Il dipinto cattura la maestria di Leonardo nella resa dei dettagli anatomici, degli effetti luminosi e delle espressioni delicate. “Salvator Mundi” è stato a lungo considerato perduto, ma è stato riscoperto nel XXI secolo, aggiungendo un capitolo emozionante alla storia dell’arte. Nel 2017, è stato venduto all’asta per una cifra record, consolidando la sua fama come una delle opere d’arte più preziose e enigmatiche al mondo.

Scopri di più su questo quadro!



Vieni a scoprire i quadri più belli del XX secolo!