Le torte di Emma

I rompicapo di Emma la pasticcera – 1° episodio

E’ l’ultimo dell’anno 2003. Emma sta lavorando per completare in fretta tre diversi dolci da consegnare a tre distinti clienti. Erano state ordinazioni prese  tutte insieme la mattina stessa e, come avviene in questi momenti di frenetica attività  Emma, con la testa già alla festa da ballo alla quale doveva partecipare appena finito quel lavoro, ha fatto una gran confusione. Ricorda che uno dei tre ha chiesto di scrivere sul dolce con la glassa il nome della moglie. Ma quale era il dolce? E quale era il nome?

Emma prova a telefonare a casa dei tre clienti ma non trova nessuno. Allora mette in azione la sua logica creativa, cercando di ricomporre i pezzi del mosaico…

“Sono venuti tutti e tre nello stesso momento e mi hanno confusa raccontando che ognuno di loro ha sposato la sorella di uno degli altri due. Sì, insomma, sono tre coppie di fratelli e sorelle che si sono sposati tra loro…” racconta Emma al suo garzone mentre sta riempiendo di marmellata per la crostata.

“Certo il mondo è bello perché è vario. Comunque ricordo che ogni coppia adora lo stesso dolce per cui non hanno avuto problemi nella scelta”.

“Un cliente mi raccontava che era nato in marzo, come me – prosegue Emma – mentre sua moglie, di nome Vanna era più vecchia di lui esattamente di 60 giorni”. Il garzone comincia a dare segni di cedimento…

“La sorella del Signor Scoppi, uno dei tre clienti, ha sposato a dicembre di qualche anno fa, nel giorno del suo compleanno, il cognato del fratello di Vanna”. I ricordi di Emma sembrano ritornare alla mente sempre più frazionati e confusi. Nel frattempo il commesso va a servire un cliente ed Emma si ritrovava a borbottare a se stessa sbocconcellando un bombolone rimasto dalla mattina.

“Fra loro pettegolavano che Alba, la moglie del Signor Scoppi, è l’unica donna che adora il millefoglie mentre Nando Cantini odia la crostata…deve proprio essere matto – riflette Emma – come si fa ad odiare un dolce così straordinario?”

Il commesso rientra nel laboratorio con un paio di vassoi vuoti.

“La sorella di Beppe è decisamente più golosa di Camilla” ripete Emma meccanicamente una frase detta da uno dei clienti.

“Tutto qui?” dice il commesso in tono canzonatorio…

“No – risponde Emma  – Pino mi ha confidato che ha la mia età e chi mi ha chiesto di scrivere il nome della moglie sul dolce è il signor Marchi!”.

Il commesso psicologicamente esausto si ritira nello spogliatoio. Emma invece, dopo qualche attimo di profonda riflessione, raggiante comincia a disegnare su uno dei tre dolci il nome richiesto. Ora che ha risolto il problema a prima vista impossibile, può pensare al vestito che indosserà alla festa di fine anno.

Domande 1: Quale è il dolce scelto dal Marchi?

Domanda 2: Quale è il nome della moglie del Marchi da scrivere?

Domanda 3: Quale è l’età di Emma, sapendo che è tra i 36 e i 42 anni?

A tutti coloro che invieranno almento una risposta esatta di questo o di altri episodi di Emma all’indirizzo info@pescini.com  sarà data l’opportunità di entrare nel “Emma fan club“!

 -.-.-

Opera pasticcera di Giuseppe Urgeghe fotografata da Maria Silvestri. Visita la sua pagina: www.pescini.com/cms/giuseppeurgeghe.html

Per ritornare alla “home” di Emma e scoprire nuovi fantastici episodi della nostra pasticcera: www.pescini.com/cms/emmalapasticcera.html

giochi, logica, matematica, abilità, test, memoria, intelligenza, intelligente, sfida, mente, mentale, razionale, razionalità, riflessione, concentrazione, passatempo, passatempi, enigmistica, pensiero, cervello, fantasia, fantastico, logicamente, logico, gioco, calcolo, geometria, funzioni, brillante, intuizione, genio, genialità, percorsi mentali, raziocinio, algoritmi, probabilità, calcolo combinatorio, combinazioni, matematico, elaborazione, H. J. Eysenck, quoziente, Q.I., enigmi, enigmatico, Martin Gardner, Paul Sloane, pensiero laterale, quesiti paradossali, paradossi, Clifford pickover, paymond m. smullyan, ian Stewart, paolo toni, henry e. dudeney, doktor morb, luigi morelli, passione, bernardo recaman santos, des machale, charles barry townsend.