Il Rompicapo dei cappelli bianchi e neri – I grandi rompicapo

Il rompicapo dei cappelli bianchi e neri – Emma la pasticciera, nota cultrice dei rompicapo matematici e dei problemi di logica (Pagina Ufficiale di Emma) dopo un lungo studio ha deciso di selezionare i giochi logico-matematico più belli di ogni tempo proponendone separatamente anche le relative soluzioni. Si tratta di quesiti che per essere risolti richiedono doti sia logiche ma anche creative. Il rompicapo matematico perfetto deve proporre una situazione semplice da spiegare e una soluzione altrettanto immediata da comprendere ma complicatissima da trovare, spesso al limite dell’impossibile per una mente media.

Se avete altri giochi da segnalare per la loro facilità di presentazione ma difficoltà di risoluzione potete scrivere a info@pescini.com

In questa pagina presentiamo Il rompicapo dei cappelli bianchi e neri, un gioco di logica dove è necessario immedesimarsi nella situazione e trovare il percorso logico che porti alla agognata soluzione.

Buon divertimento!

IL ROMPICAPO DEI CAPPELLI BIANCHI E NERI

rompicapo difficili - i cappelli bianchi e neri

Giovanni ed Emma sono rilassati ad un bar a gustarsi

un buon caffè. Ad Emma casca l’occhio su una notizia in prima pagina di un quotidiano appoggiato su un tavolino li accanto che trattava di una esecuzione capitale in uno Stato degli USA. La cosa gli fa venire in mente un vecchio rompicapo che propone subito a Giovanni.

“In un paese dell’America del sud, quattro uomini sono condannati a morte.” disse Emma mentre girava il cucchiaino per far sciogliere la tonnellata di zucchero che aveva versato nella tazzina.

“Viene però data loro una possibilità per salvarsi la vita. Ognuno di loro porta un cappello.” proseguì sorseggiando il caffè.

“Viene detto a loro che due indossano un cappello bianco, e due nero, ma nessuno di loro sa di quale colore è il proprio cappello. Per complicare le cose, vengono bloccati al suolo, uno dietro l’altro in fila indiana in modo tale che è impossibile per loro voltarsi.”

“Interessante!” disse Giovanni mentre armeggiava con lo smartphone.

“Tra A e B è eretto un muro oltre il quale non è possibile vedere. Il boia spiega a loro che per essere graziati basta che in 5 minuti uno di loro indovini il colore del proprio cappello. Se però sbaglia tutti e quattro saranno immediatamente giustiziati.” Dichiarò seria Emma.

“Tutto qui?” domandò Giovanni pensieroso.

“E’ vietato parlare tra loro e scambiarsi qualsiasi tipo di informazione.”

Giovanni ripose il cellulare e finalmente cominciò a riflettere seriamente sul problema.

“Dopo un minuto uno dei quattro condannati risponde salvando la vita a tutti.

Sapresti dire quale dei quattro risponde esattamente e perché è così certo della sua deduzione?concluse Emma.

“Hai qualche indicazione specifica?” disse l’amico.

“Beh… solo che non ci sono trabocchetti – non c’è, ad esempio, uno specchio sul muro o altre cose strane. Non esiste alcun elemento esterno che li possa aiutare a rispondere né alcun mezzo per comunicare. In definitiva, A e B non possono vedere altro che la facciata del muro che sta davanti a loro, C può vedere il cappello di B, e D può vedere quelli di B e C.

(La Soluzione è in fondo pagina)

-.-.-







-.-.-

-.-.-







-.-.-

Soluzione de “Il rompicapo dei cappelli bianchi e neri”

La risposta esatta è C.

Se infatti D vedesse davanti a sè 2 cappelli bianchi, sarebbe certo che il suo cappello è nero o viceversa se vedesse due cappelli neri sarebbe sicuro che il suo è bianco. Ma D non risponde…..quindi C attende un minuto per essere sicuro che D non sia “distratto” e poi ne deduce che D non può rispondere perchè ha davanti a sè due cappelli di colore diverso. Perciò se B ha il cappello bianco, C deve avere un cappello NERO!

Vieni a scoprire nuovi giochi matematici proposti da Emma la Pasticciera!

NUOVI ROMPICAPO DI EMMA!