I “Classici Disney” – Archivio Completo (Trailer, Colonne sonore e Curiosità) – 2 

classici_disney_al_cinema

I Classici Disney sono film lungometraggi d’animazione (cartoni animati) della Walt Disney. Cartoni animati, storie senza tempo, che hanno fatto sognare, piangere ridere, crescere intere generazioni. Sono film che quasi sempre sono stati accompagnati da canzoni, motivi musicali e soundtrack straordinariamente belle, con la partecipazione dei più grandi musicisti, artisti ed interpreti del tempo.

Si parte dal primo “Biancaneve e i sette nani” del 1937 per arrivare a Big Hero 6 del 2014 fino ai prossimi Zootopia e Moana attesi per i prossimi anni.

Per ogni film viene presentato il trailer, la colonna sonora originale (OST) e qualche curiosità.

I testi sono liberamente tratti da Wikipedia.com

Pagina 2 di 6 – Per tornare all’inizio: Pagina 1

-.-.-

-.-.-

(11)

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad
(The Adventures of Ichabod and Mr. Toad)

1949

Curiosità: Le avventure di Ichabod e Mr. Toad è uno dei due Classici Disney (l’altro è il suddetto Le avventure di Winnie the Pooh) a non essere stati distribuiti nei cinema in Italia, ma solo in home video

(12)

Cenerentola (Cinderella)

1950

Soundtrack (Full) – Cinderella

Soundtrack – I sogni son desideri

Curiosità: Cenerentola fu il primo lungometraggio corposo prodotto dallo studio dopo Bambi nel 1942; la seconda guerra mondiale e i bassi rendimenti al box office avevano costretto Walt Disney a produrre una serie di film collettivi poco costosi come Musica maestro! e Bongo e i tre avventurieri per gli anni quaranta.

 (13)

Alice nel Paese delle Meraviglie
(Alice in Wonderland)

1951

Colonna Sonora (Completa) – Alice nel paese delle meraviglie

Curiosità: Nel tentativo di mantenere alcuni dei versi e poesie fantasiose di Carroll, Disney commissionò ai migliori cantautori di comporre canzoni costruite attorno ad essi per l’utilizzo nel film. Un numero record di potenziali canzoni vennero scritte per il film, basate sui versi di Carroll – oltre 30 – e molte di esse trovarono posto nel film, anche se solo per pochi brevi istanti. Alice nel Paese delle Meraviglie avrebbe incluso più canzoni di ogni altro film Disney, ma poiché alcune di esse durano pochi secondi (come “Piacere”, “Daremo fuoco alla casa”, “La canzone dello Stregatto”,”La maratonda” e altri), questo fatto è spesso trascurato.

(14)

Le avventure di Peter Pan
(Peter Pan)

1953

Soundtrack (Full) – Le avventure di Peter Pan

Curiosità: Sebbene amato dalle famiglie per decenni, Le avventure di Peter Pan è stato visto come politicamente scorretto in questi ultimi anni a causa del modo in cui Disney ritrasse gli “indiani” nativi americani nel film. Essi sono stereotipati e considerati da alcuni come offensivi. Vengono visualizzati come selvatici, selvaggi, violenti e parlano in modo stereotipato. I personaggi spesso li chiamano selvaggi e ad un certo punto Capitan Uncino si riferisce a loro come “pellerossa”. Gianni, Michele e i loro amici vanno a cacciarli come animali (i Bimbi Sperduti menzionano leoni e orsi come altre alternative). La canzone “Perché è rosso l’uomo rosso?” è molto controversa perché gli indiani stanno riflettendo su come hanno ottenuto il colore della pelle, dicendo che gli uomini indiani mantengono un rossore permanente a causa della loro costante ricerca di donne indiane, e che chiedere “How?” è un importante catalizzatore per l’istruzione indiana.

(15)

Lilli e il vagabondo
(Lady and the Tramp)

1955

Colonna Sonora – Dolce Sognar

Curiosità: Originariamente Lilli e il vagabondo avrebbe dovuto essere girato nel normale aspect ratio in 4:3. Tuttavia, a causa del crescente interesse del cinema widescreen tra i cinefili, Disney decise di animare il film in CinemaScope rendendo Lilli e il vagabondo il primo lungometraggio d’animazione realizzato con tale processo. Questa innovazione presentò ulteriori problemi per gli animatori: l’espansione dello spazio creò più realismo, ma un minor numero di primi piani. Inoltre rese difficile a un singolo personaggio dominare lo schermo, cosicché i gruppi dovettero essere allargati per impedire allo schermo di apparire vuoto. Gli scenografi dovettero essenzialmente reinventare la loro tecnica. Gli animatori dovettero ricordarsi che avrebbero dovuto spostare i loro personaggi attraverso uno sfondo invece di far passare lo sfondo dietro di loro.

(16)

La bella addormentata nel bosco
(Sleeping Beauty)

1959

Soundtrack (Full) – La bella addormentata nel bosco

Curiosità: Durante la sua uscita originale nel 1959, La bella addormentata nel bosco incassò circa 7,7 milioni di dollari. I costi di produzione, pari a 6 milioni, lo resero il film Disney più costoso fino ad allora, e oltre due volte più costoso di ciascuno dei tre precedenti Classici Disney. I costi di produzione elevati de La bella addormentata nel bosco, insieme alla sottoperformance di gran parte degli altri film distribuiti dalla Buena Vista nell’annata 1959-1960, portarono l’azienda a pubblicare la sua prima perdita annuale in un decennio per l’anno fiscale 1960, e licenziamenti in massa vennero eseguiti in tutto il dipartimento di animazione.

(17)

La carica dei 101
(One Hundred and One Dalmatians)

1961

Colonna Sonora – Crudelia de Mon

Curiosità: In questo film su sperimentata Xerox, una tecnica ancora non troppo raffinata ma decisamente più economica. Uno dei suoi vantaggi, però, era che si trattava di un grande aiuto per animare i cani maculati. Secondo Chuck Jones, Disney fu in grado di realizzare il film in circa la metà di quello che sarebbe costato se avessero dovuto animare tutti i cani e le macchie.[6] Per ottenere i dalmati maculati, gli animatori pensavano al motivo delle macchie come una costellazione. Una volta che avevano una “macchia di ancoraggio”, le successive venivano poste in relazione a essa, e così via fino ad ottenere il motivo completo. In totale, La carica dei cento e uno presentò 6.469.952 macchie, con Pongo che ne possiede 72, Peggy 68 e ogni cucciolo ne ha 32.

(18)

La spada nella roccia
(The Sword in the Stone)

1963

Soundtrack – Questo il mondo fa girar

Curiosità: Nel suo libro The Best of Disney, Neil Sinyard afferma che, pur non essendo noto, il film ha ottime animazioni, una struttura complessa, e in realtà è più filosofico di altri film Disney. Sinyard suggerisce che Walt Disney potrebbe aver visto qualcosa di sé in Merlino, e che Magò, che “odia il sole”, potrebbe aver rappresentato i critici. Il film ricevette una nomination per l’Oscar alla migliore colonna sonora nel 1964, ma perse a favore di Irma la dolce. La spada nella roccia venne anche nominato per l’inclusione nella categoria “animazione” della lista AFI’s 10 Top 10 dell’American Film Institute.

(19)

Il libro della giungla
(The Jungle Book)

1967

Colonna Sonora – La marcia del Colonnello Hathi

Curiosità:  Le prime versioni della sceneggiatura e della colonna sonora seguivano l’opera di Kipling più da vicino, con un tono drammatico, tetro e sinistro che Disney non voleva nel suo film per famiglie, il che portò alla sostituzione dello sceneggiatore Bill Peet e del compositore Terry Gilkyson. Inoltre elementi de Il libro della giungla furono riciclati nel successivo Classico Disney Robin Hood a causa del budget limitato di quest’ultimo. Ad esempio, Baloo servì come ispirazione per Little John (che non solo era un orso, ma ebbe anche lo stesso doppiatore in ben dieci lingue). In particolare, la sequenza di danza tra Baloo e Re Luigi fu semplicemente ricalcata per quella tra Little John e Lady Cocca.

(20)

Gli Aristogatti
(TheAristocats)

1970

Soundtrack (the best) – Gli aristogatti

Curiosità:  Il film è noto per essere l’ultimo progetto cinematografico ad essere stato approvato da Walt Disney stesso, poiché egli morì alla fine del 1966, prima che il film fosse distribuito. Guadagnò recensioni positive alla sua prima uscita e fu un successo al botteghino. La title song “The Aristocats” venne scritta dai Fratelli Sherman alla fine del mandato di otto anni di lavoro per la Walt Disney Productions. L’attore e cantante Maurice Chevalier decise di uscire dal pensionamento per cantare questa canzone per la colonna sonora del film. Sarebbe stato il suo ultimo lavoro prima della sua morte nel 1972.

-.-.-

-.-.-

L’elenco dei Classici Disney prosegue a:

 

Pagina 3

-.-.-

Vieni a scoprire la musica di Lorenzo Pescini su:

 Studio musicale virtuale di Lorenzo:
www.pescini.com
Canale personale di Lorenzo su Youtube:
www.youtube.com/lpescini
Pagina ufficiale di Lorenzo su Facebook:
www.facebook.com/pescinicomposer