Balázs Király – Pianista

1 Foto Budapest, dopo il concerto dato nell`Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza

La musica come gioia del cuore

Ha il cuore e lo spirito colmo di gioia ed amore per la musica il pianista e compositore ungherese Balázs Király. Nato a Budapest nel 1989, ha iniziato a suonare il piano a sette anni e mezzo, nelle scuole elementari, e non ha più smesso. Una passione comune con la madre Àgnes Noszály, che come lui ha studiato pianoforte.
A Budapest ha suonato in vari locali. Nel 2011 ha partecipato ad uno spettacolo presso l’Atelier-Museo Pál Molnár-C., in ricordo del pittore Pál Molnár-C. (1894-1981), uno degli artisti più apprezzati nel panorama dell’arte ungherese del XX° secolo, improvvisando nove brani, in cui ha cercato di ricreare con la musica le suggestioni visive evocate da alcuni dipinti esposti. Del concerto è stata fatta una registrazione: Impressioni di un’esposizione, disponibile presso la sede dell`Atelier-Museo Pál Molnár-C. Nel 2012 si è esibito anche nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza ELTE di Budapest, cui è iscritto.

1 Foto Budapest, dopo il concerto dato nell`Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza
Budapest, dopo il concerto dato nell`Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza

Giunto a Firenze a settembre del 2013, nell’ambito del progetto Erasmus, si è immerso nel fascino della città culla del Rinascimento. Di spirito sensibile ama la natura e l’arte, ha visitato più volte i musei, le mostre e le chiese fiorentine. Adora la Toscana, si è recato a Pisa e Siena, sulle dolci colline fra Settignano e Fiesole, in Maremma… è rimasto affascinato da Arezzo e dalle “Terre di Piero della Francesca”, fra Sansepolcro ed Anghiari, con quei paesaggi pregni di natura e di storia. Per una singolare coincidenza del destino Balázs è nato il 12 ottobre, data in cui a Sansepolcro si onora Piero della Francesca, nell’anniversario della morte dell’artista che ha rivoluzionato la storia della pittura, avvenuta il 12 ottobre 1492, giorno in cui Cristoforo Colombo scoprì l’America. Le opere di Piero lo hanno incantato, in particolare La Resurrezione e la Pala della Misericordia al Museo Civico di Sansepolcro e il ciclo Storie della vera Croce, nella Basilica di San Francesco ad Arezzo.

2 Foto Firenze, Palazzo Strozzi, Mostra Pontormo e Rosso Fiorentino

Firenze, Palazzo Strozzi, Mostra Pontormo e Rosso Fiorentino

A fine aprile di quest’anno l’incontro casuale con Annie Féolde e Giorgio Pinchiorri, che ne hanno apprezzato il talento musicale ed il repertorio che spazia dai classici come Chopin, alle colonne sonore di celebri film, a musiche di canzoni da Barbra Streisand al nostro Modugno, fino alle sue proprie composizioni, che sono espressione dell’intensità di sentimenti ed emozioni del giovane artista.
Un’esperienza felice il periodo trascorso presso il celebre Ristorante Enoteca Pinchiorri, che vanta tre stelle Michelin, nel frattempo un altro incontro significativo: quello con il musicista e compositore fiorentino Lorenzo Pescini. Ne apprezza la musica tanto da decidere di concludere la sua esperienza all’Enoteca Pinchiorri, il 2 agosto scorso, pochi giorni prima del ritorno a Budapest, con un “Omaggio a Giorgio & Annie”, eseguendo musiche tratte dagli album di Pescini: Dietro la luna, 2009 e Sulla strada di Venere, 2012.

3 Foto Firenze, Enoteca Pinchiorri

Firenze, Enoteca Pinchiorri

Il 10 agosto partecipa ai festeggiamenti in onore di San Lorenzo e suona nel salone Donatello, dell’Insigne Basilica di San Lorenzo, in programma l’Ave Maria di Bach-Gounod, dedicata al priore della Basilica, Mons. Angiolo Livi, colonne sonore di film e le musiche di Lorenzo Pescini.

4 Foto Firenze, Basilica di San Lorenzo

Firenze, Basilica di San Lorenzo

Ma la collaborazione fra i due artisti continuerà anche in Ungheria, paese natale di Balázs, che non cela il fervido desiderio di tornare a Firenze e in Toscana, una terra che lui considera “la sua seconda patria”.
Per conoscerla meglio ha il progetto, che spera vivamente di realizzare il prossimo anno, di percorrere a piedi l’itinerario della via Francigena toscana, per vivere un’esperienza mistica, sulla via della bellezza, attraverso paesaggi unici al mondo.
Un viaggio del cuore per giungere allo spirito, come avviene con la musica. Suonare col cuore è importante, ma occorre connettere la musica con lo spirito, in un unico percorso, che li vede indissolubilmente legati, poiché per Balázs: “la musica è il balsamo dello spirito”. M.F.G.

 

Contact Italia:
Maria Francesca Gallifante
m. +39 3280540264
e-mail: mfgallifante@gmail.com

-.-.-

Vieni a scoprire la musica di Lorenzo Pescini su:

 Studio musicale virtuale di Lorenzo:
www.pescini.com
Canale personale di Lorenzo su Youtube:
www.youtube.com/lpescini
Pagina ufficiale di Lorenzo su Facebook:
www.facebook.com/pescinicomposer